Traslazione delle reliquie di San Clemente

Traslazione delle reliquie di San Clemente

 

 

           L’affresco descrive la traslazione da San Pietro alla Basilica di San Clemente del corpo del Santo che i fratelli Cirillo e Metodio avevano riportato dalla Crimea, così come un artista dell’XI secolo immaginava che fosse avvenuta.

I due fratelli accompagnano il corpo del santo con il Papa in mezzo a loro, ma l’artista indica il Papa come Nicolò sbagliando nome perché in realtà fu Papa Adriano II a ricevere i missionari.

In collaborazione con i padri domenicani irlandesi, l'Istituto Centrale per il Restauro, finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ha curato il restauro dell'affresco.