Amici di San Clemente

Amici di San Clemente

 

Nel 1857 i Padri Domenicani Irlandesi della Basilica San Clemente iniziarono gli scavi archeologici riportando alla luce la basilica del IV secolo e gli edifici romani sottostanti.

Nel 1912 iniziarono un progetto ambizioso prosciugando l’acqua esistente nel livello inferiore e costruendo un canale di scolo lungo 700 metri sotto terra.

Nel 1954-1956 gli affreschi della Cappella di Santa Caterina di Alessandria furono restaurati a cura dell’Istituto Centrale per il Restauro. Nei decenni ottanta e novanta il mosaico absidale del XII secolo e la Sala Capitolare medievale furono restaurati in collaborazione con il Ministero per i Beni Culturali, e il battistero della basilica paleocristiana fu portato alla luce.

Nel 2005 i Padri hanno iniziato, a proprie spese, lavori per un nuovo impianto illumino tecnico per il vantaggio e per la sicurezza dei visitatori. Attualmente l’impianto è funzionante e aiuta a conservare il patrimonio artistico degli scavi e della basilica.

Ci appelliamo alla generosità dei visitatori e degli amici che sono fonte primaria di assistenza economica per i lavori previsti dai Padri Domenicani di San Clemente.

Questa generosità è vitale per la conservazione e per il miglioramento delle straordinarie scoperte archeologiche che sono sotto la nostra tutela. Tu puoi aiutarci mandandoci il tuo contributo a:

Padre Thomas McCarthy, O.P. (Priore)
Collegio San Clemente
Via Labicana, 95
00184 Roma – Italia

 

Amici di San Clemente

Dominican Community (Newry)
Mons. Vladimir Stahovec, Rector, Pontificio Collegio Slovacco dei Santi Cirillo e Metodio
St Martin de Porres Apostolate